UnnamedNasce nel 1979 ad Alba: ha un sacco di capelli e le guance invase da due enormi basette nere. Cresce, le basette migliorano e lei scopre di avere un super potere: la sua faccia, se qualcuno le rivolge la parola, ha la capacità di diventare rosso fuoco. Alle cene di Natale la poesia ai parenti la dice da sotto la sedia, la mamma capisce il problema e decide di vestirla solo con abiti zeppi di tulle, volant e pailettes atti a distrarre le folle dalla monocromia paonazza del suo incarnato.

Al liceo artistico scopre il teatro di ricerca: trova finalmente il luogo giusto per declamare poesie strisciando sotto una sedia e l’habitat ideale in cui provare ad essere se stessa e pure qualcun altro. Giocare al teatro le piace così tanto che si diploma presso l’Accademia Nazionale del Comico di Torino, si laurea al DAMS con una tesi su Stefano Benni, ottiene il Diploma Master Class c/o

“Nouveau clown institute” di Jango Edwards e inizia a frequentare il mondo del cabaret esibendosi un po’ dappertutto: dalle grandi piazze al ristorante con cena a buffet e nessuno ad ascoltarla. Ogni tanto incontra la televisione (Colorado Café, Buona Domenica, Central Station, Trebisonda, Xlove), ne è riconoscente e grata ma non scocca la scintilla, cosa che accade invece con l’improvvisazione teatrale ed il teatro ragazzi. Dal 2009 fa parte

dell’associazione Quinta Tinta di Torino, prima come allieva, poi come attrice professionista e, ad oggi, anche come formatrice all’interno del percorso SNIT. Nel 2012 fonda insieme a Dario de Falco la Compagnia Arione de Falco che si occupa di teatro per l’infanzia e le nuove generazioni. Dal 2008 al 2011 è sceneggiatrice per ‘Camera Cafè’ e ‘Piloti’ e collaboratrice ai testi per alcuni programmi di Disney Channel. Ad oggi continua a diventare rossa di frequente ma se ne frega un po’ di più e ha pure trovato il coraggio di smettere di indossare i vestiti in macramé che le regala la mamma.

L’Inedito. Eugène Ionesco

L’Inedito. Eugène Ionesco

Fedeli alla spontaneità artistica ed al teatro del secondo dopoguerra di Eugène Ionesco, sei improvvisatori porteranno sul palcoscenico una storia che non è stata scritta, un’opera anti-opera ispirata dall’assurdo dei nostri tempi assurdi.
Scopri di più

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità. Cliccando su accetto acconsenti all'uso dei cookie.

Cerca