Improteatro Festival nasce a Napoli nel 2013 da un’idea di Giorgio Rosa, attore e formatore dell’Associazione Nazionale di Improvvisazione teatrale Improteatro, in collaborazione con la scuola napoletana Coffee Brecht, sotto la guida artistica di QFC Teatro.

L’Improteatro Festival coinvolge la rete nazionale delle Scuole di Improvvisazione Teatrale Italiane ed i suoi migliori interpreti. Fanno da cornice agli spettacoli delle precedenti edizioni il Real Orto Botanico di Napoli – all’interno della rassegna Brividi d’estate -, il Teatro 99 posti di Mercogliano, Lanificio25, la Mostra d’Oltremare, il Pompei Lab, le stufe di Nerone – all’interno della rassegna Teatro alla deriva -, il Teatro Instabile, la Sala Assoli ed altre location che vedono alternare sul palco numerosi attori e compagnie legati al movimento Nazionale di Improvvisazione Teatrale.

Grazie alle molte le collaborazioni con attori internazionali provenienti da Belgio, Inghilterra, Francia ed Israele, L’Improteatro Festival è anche fucina di nuovi format di improvvisazione teatrale. Nel 2014 nascono “L’inedito – Shakespeare Impro” e “L’inedito – Singing in the dark”, per la regia di Sean MacCann, attore, regista, docente di teatro presso la Oxford School of Drama; nel 2015, con Inbal Lori, regista, attrice e vincitrice nel 2008 del Israeli Fringe Festival, ha vita “L’inedito – Wes Anderson”, risultato di uno studio sull’autore americano.

L’edizione 2016 interesserà la terza settimana di settembre e conferma Napoli come sede desiderata.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità. Cliccando su accetto acconsenti all'uso dei cookie.

Cerca